Fascia Mei Tai: cos’è e perché usarla

0
280
fascia mei tai

Il Mei Tai è un tipo di fascia porta bebè sempre più ricercata grazie alla sua comodità d’uso. Ispirata alla cultura asiatica, essa presenta diverse caratteristiche che le permettono di essere un supporto per portare i bambini molto apprezzato dai genitori.

Questo, grazie ad alcune particolarità. Il Mei Tai è ergonomico e comodo, famoso perché pratico, immediato e molto intuitivo. Si può utilizzare già con i neonati ed è in grado di reggere perfettamente il peso costante del bambino, raggiungendo anche i 18 kg. Il peso del bambino può distribuirsi perfettamente su fianchi e sul busto del genitore, e può essere portato sul davanti, sul fianco e dietro.

Com’è fatto il Mei Tai

Esso è costituito da un corpo centrale rettangolare che ha lo scopo di sorreggere il bambino. Dalle estremità di questo rettangolo, partono due coppie di bande di tessuto. Una coppia serve per legare il Mei Tai alla vita del genitore, mentre la seconda coppia è la più lunga ed ha l’obiettivo di assicurare il bambino al corpo di chi lo porta. Questa, infatti, si incrocia sul busto del genitore ed è sotto il sederino del bambino.

Il Mei Tai, nel babywearing, è considerata una fascia porta bebè (Flokbaby è uno dei siti specializzati in supporti per babywearing). Rientra nella categoria dei supporti semi strutturati, cioè presenta una struttura di base già impostata che, da una parte impone dei vincoli durante l’utilizzo e, dall’altra, offre una grande praticità e semplicità di uso rispetto alle fasce lunghe.

Vantaggi del Mei Tai: è davvero comodo?

Il Mei Tai si distingue per la sua facilità d’uso e l’immediatezza nell’indossare una fascia lunga. Questo lo rende adeguato a tutte le persone che credono nei benefici del portare, in modo da beneficiare di tutti i vantaggi offerti da questo mondo, ma che si sentono spaventate dall’impatto che questo strumento potrebbe avere.

Il Mei Tai è interessante perché permette di regolarsi sul momento, senza dover disfare la legatura e ricominciare da capo. Quindi è molto comoda, soprattutto perché si può sistemare senza dover togliere il bambino. Questo, ancora, classifica questa fascia come perfetta per portare un neonato sin dai primi 4-5 mesi di vita.

Solitamente confezionato con cotone ad ordito triplo, è paragonabile alle fasce rigide, per tessuto, presentandosi come un supporto dall’ottima tenuta del peso. Riesce, infatti, a sostenere fino a 18 kg, permettendo di portare anche un bambino di 3 anni.

Mei Tai: perché usarla?

Fino a pochi anni fa, questo tipo di fascia era molto sottovalutato. In realtà è molto versatile sia per il portatore che per il portato e permette di scaricare il peso in maniera adeguata e ben distribuita.

Sostanzialmente, può contenere un reggitesta e delle fasce imbottite, così da permettere un maggiore comfort. È idonea per un genitore che vuole indossare il proprio bambino dai 4 mesi in su, poiché il neonato dovrebbe avere già la muscolatura del collo adeguata. Esistono, comunque molti Mei Tai che avvolgono e sostengono anche i cuccioli più piccoli, poiché in grado di sostenerli in maniera adeguata, senza sprofondare ed ostruire le vie respiratorie.

Per i genitori moderni, che non desiderano destreggiarsi tra passeggini e carrozzine, le fasce Mei Tai sono molto utili perché permettono di tenere il bimbo a diretto contatto con il proprio corpo. Questa, inoltre, non si tratta di una classica fascia in tessuto che va aggiustata sul corpo, ma possiede già una forma propria. Non sono necessari né anelli né cinghie e permettono di utilizzare le posizioni classiche, come la pancia e la schiena, ma ci sono alcune versioni in grado di tenere il piccolo all’altezza dell’anca.

Come realizzare la legatura con la fascia Mei Tai

Il Mei Tai segue lo stesso procedimento delle altre fasce porta bebè per realizzare la legatura:

  • Le bande inferiori saranno allacciate alla vita del portatore;
  • Si posizionerà il bambino;
  • Si dovranno prendere le bande superiori, per incrociarle prima sul busto del portatore e poi sotto il sederino del bambino;
  • Infine, andrà tutto annodato, per poter completare la legatura.

Portare, non vuol dire solo adottare un mezzo di trasporto alternativo, ma in realtà rappresenta un nuovo approccio ai bisogni dei bambini. Il fenomeno del babywearing è ormai tanto diffuso, soprattutto perché i genitori sono consapevoli dei benefici di questa pratica, anche perché consente un maggiore senso di tranquillità. Inoltre, permette di sviluppare un rapporto molto intimo con i genitori.  La fascia Mei Tai è un supporto che riesce a coniugare l’ergonomia delle fasce con la praticità di uno strumento più strutturato. Il bambino riuscirà a sentirsi tranquillo, rilassato e protetto al cento per cento. Questo, poi, permetterà al bambino di incorrere in dolori alla pancia e coliche sempre meno frequenti.