Dispnea: cause e come trattarla

0
87

Dispnea è il termine medico che indica la mancanza di respiro, talvolta descritta come “fame d’aria”, ed è chiaramente una sensazione di disagio. La dispnea può variare da lieve e temporanea a grave e duratura. A volte è difficile da diagnosticare e trattare la dispnea perché le cause possono essere diverse.La dispnea è un problema comune. Secondo il Cleveland Clinic Center for Continuing Education, 1 persona su 4 che visita il medico ha la dispnea.

 

Cause della dispnea 

Un episodio di dispnea non è sempre direttamente collegato alla salute di un individuo. Una persona può sentirsi a corto di fiato dopo un intenso esercizio fisico, quando si viaggia ad alta quota, o quando si subiscono forti sbalzi di temperatura. In ogni caso, una persona con dispnea avrà difficoltà a fare un respiro profondo.


Tuttavia, la dispnea di solito si riferisce a problemi di salute. A volte, si tratta solo di essere fuori forma, e l’esercizio fisico può migliorare i sintomi. Ma la dispnea può essere il segno di un grave problema di salute. Secondo il Dr. Steven Wahls, le cause più comuni della dispnea sono l’asma, l’insufficienza cardiaca, la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), le malattie polmonari interstiziali, la polmonite e i problemi psicogeni che di solito sono legati all’ansia. Se la dispnea inizia improvvisamente, si parla di dispnea acuta.

Cause della dispnea acuta e della dispnea cronica

La dispnea acuta può essere dovuta a:

  • Asma 
  • Ansia polmonare 
  • Polmonite 
  • Soffocamento o inalazione di qualcosa che blocca i passaggi respiratori 
  • Reazioni allergiche 
  • Reazioni allergiche 
  • Anemia 
  • Grave perdita di sangue 
  • Esposizione a livelli pericolosi di monossido di carbonio 
  • Scompenso cardiaco 
  • Ipotensione
  • Embolia polmonare 
  • Ernia iatale collassata del polmone

 

Se una persona soffre di mancanza di respiro per oltre un mese, la condizione si chiama dispnea cronica. La dispnea cronica potrebbe essere dovuta a:

  • Asma BPCO 
  • Problemi cardiaci 
  • Obesità 
  • Malattia polmonare interstiziale (malattia che causa cicatrici del tessuto polmonare)

 

Alcuni problemi polmonari possono anche causare mancanza di respiro. Tra i quali:

  • Danni polmonari precoci o cicatrici 
  • Tumore polmonare 
  • Tubercolosi 
  • Pleurite, un’infezione o irritazione nei tessuti che circondano i polmoni 
  • Edema polmonare, quando c’è troppo liquido nei polmoni 
  • Ipertensione polmonare, quando la pressione sanguigna nei polmoni è aumentata 
  • Sarcoidosi, quando le cellule infiammatorie crescono nei polmoni

 

La mancanza di respiro è stata collegata anche ai seguenti problemi cardiaci:

  • Cardiomiopatia, una serie di malattie che colpiscono il muscolo cardiaco 
  • Problemi del ritmo cardiaco Insufficienza cardiaca 
  • Pericardite, quando i tessuti intorno al cuore si infiammano

 

La dispnea è associata all’asma. Gli inquinanti ambientali come le sostanze chimiche, i fumi, la polvere e il fumo possono rendere più difficile la respirazione per le persone con dispnea. Le persone con asma possono scoprire che l’esposizione ad allergeni come polline o muffa può scatenare episodi di dispnea. Alcuni inquinanti come il fumo sono autosomministrati e prevenibili. La BPCO si riferisce a diverse malattie polmonari. Questi includono enfisema e bronchite cronica. Tutte queste condizioni rendono la respirazione molto più difficile: tuttavia, non tutti i pazienti con dispnea hanno la BPCO, ma il 90% delle persone con BPCO erano fumatori ad un certo punto, secondo la COPD Foundation.