Come scegliere una lavastoviglie

0
182

La lavastoviglie è uno strumento ottimale perché, in primo luogo, fa risparmiare tempo e fatica, in secondo luogo, lava e asciuga perfettamente i piatti grazie alle alte temperature e, in terzo luogo, fa risparmiare acqua. Per un ciclo del suo funzionamento, l’acqua viene consumata 4-5 volte in meno rispetto a quando si lavano le stoviglie a mano, il consumo di energia è ridotto.

Come acquistare una lavastoviglie

Si possono lavare in lavastoviglie non solo piatti, ma anche pettini, giocattoli di plastica per bambini, cappellini da baseball, pantofole di gomma, utensili, un filtro per la cappa, vaschette per il frigorifero e molto altro ancora. Per la scelta giusta di una lavastoviglie, c’è bisogno di considerare diversi aspetti, come:

  • Per risparmiare tempo personale;
  • lavare i piatti in qualsiasi momento, anche quando si è fuori casa;
  • non è necessaria l’acqua calda;
  • risparmio significativo – il consumo di acqua con la lavastoviglie si riduce di 3, 5 o anche più volte rispetto al lavaggio dei piatti con le mani;
  • la possibilità di utilizzare detersivi potenti che non sono applicabili quando le stoviglie vengono lavate a mano;
  • il risciacquo viene effettuato ad alta temperatura, che permette di pulire completamente la superficie delle stoviglie dai detersivi.

Allo stesso tempo, vale la pena di menzionare i contro, che possono essere importanti per voi nell’ottica della scelta:

  • Il prezzo di una lavastoviglie: ogni proprietario dell’apparecchio confermerà che l’acquisto ne vale la pena, ma dipende da voi.
  • Occupa spazio. Dovete pensare in anticipo a dove collocarne un’altra, non la più piccola unità, e anche con libero accesso alla porta per il carico/scarico delle stoviglie.
  • Consumo di energia elettrica di una lavastoviglie. Questo dispositivo è uno tra i più potenti tra gli elettrodomestici. L’appartamento o la casa devono avere un cablaggio affidabile. In genere, la macchina è dotata di sensori che determinano la quantità di stoviglie e anche l’inquinamento. Il dispositivo determina autonomamente il fabbisogno di acqua e di energia. Quando è collegato ad una fonte esterna di acqua calda, è possibile risparmiare notevolmente l’elettricità.
  • Non lavare le stoviglie di alcuni materiali. Questi includono metallo (da stagno, alluminio, rame), stoviglie resistenti al calore in plastica e legno.
  • Detersivi per la lavastoviglie. Ora è necessario utilizzare prodotti chimici per lavare i piatti.

Classe di lavaggio / classe di asciugatura

La classe determina la qualità dell’asciugatrice o della lavatrice. Entrambi questi indicatori sono contrassegnati da lettere che vanno dalla A alla C e dalla media:

A – piatti perfettamente puliti / perfettamente asciutti;

B – la presenza in alcuni punti di una piccola quantità di macchie / gocce d’acqua sui piatti;

C – la presenza di macchie / gocce d’acqua.

Più alta è la classe, più costosa è la lavastoviglie. Acquistando un apparecchio con una classe di lavaggio o asciugatura bassa, si corre il rischio di lavare le stoviglie di tanto in tanto, oltre ad ottenere tracce di acqua secca sulle posate.

Classe energetica lavastoviglie

Mostra l’uso economico della macchina durante il lavaggio, cioè quanta energia viene spesa per lavare un set di stoviglie. La classe di lavaggio e asciugatura è indicata da lettere piuttosto semplici e intuitive:

A – molto economico, consumo minimo di energia. La classe più comune.

B – economica, consumo energetico medio.

C – alto consumo di energia. Le lavastoviglie moderne sono abbastanza rare con questa classe di consumo energetico.