Come scegliere il gestionale ERP migliore per le proprie esigenze

0
105

La sigla ERP, acronimo di Enterprise Resource Planning, spiega da sola cos’è e a cosa serve un gestionale ERP per aziende: questo tipo di programmi aiutano a pianificare e gestire le diverse attività che ogni giorno si svolgono in azienda, allocando a ciascuna le risorse necessarie e potendo assicurare maggiore produttività e a valle risultati aziendali migliori. Che caratteristiche deve avere, però, un buon software ERP?

Com’è fatto un buon software ERP

Funzioni presenti e task che si possono portare a termine sono, come per altri software aziendali, forse l’aspetto principale da prendere in considerazione. I migliori applicativi ERP integrano funzionalità per la gestione di produzione, logistica e magazzino, vendite, acquisti, ma anche funzioni dedicate all’amministrazione e alle risorse umane e per il project management e il risk management. Scegliere il gestionale aziendale Fluentis o altri software simili vuol dire cioè avere sempre sotto controllo, in un unico luogo, tutti i processi più strategici per la propria azienda. Naturalmente a seconda delle dimensioni e della fase di vita del proprio business, dei mercati in cui si opera e di altri aspetti organizzativi si potrebbero avere esigenze specifiche e queste potrebbero influire sulla scelta del gestionale ERP. La buona notizia è che la maggior parte di questi software sono scalabili e adatti, cioè, alle esigenze tanto delle realtà più grandi e complesse quanto delle aziende appena nate, più piccole e a gestione familiare. Piani differenti assicurano di trovare l’applicativo ERP più adatto alle proprie necessità qualunque sia il budget a propria disposizione. Demo e prove gratuite, soprattutto, offrono l’opportunità di capire se il programma è davvero quello più indicato per la propria azienda. Molti addetti ai lavori consigliano di scegliere programmi ERP che includano un servizio di supporto 24/7 per poter agire tempestivamente anche in caso di malfunzionamenti ed errori che potrebbero avere effetti a valanga sulla produttività aziendale.

Le caratteristiche dei migliori applicativi ERP

Se si volessero riassumere per punti le caratteristiche imprescindibili di un buon gestionale ERP, queste sarebbero:

  • la multifunzionalità a cui si è Già accennato e, cioè, la possibilità di svolgere attraverso le funzioni di cui è dotato operazioni rilevanti per la produzione, lo stoccaggio, la distribuzione della merce, la contabilità aziendale, la gestione delle risorse umane, eccetera;
  • l’interoperabilità con gli altri software e applicativi utilizzati in azienda, compresi quelli di CRM e per l’e-commerce;
  • la sicurezza, eventualmente garantita durante le diverse operazioni anche da algoritmi che non richiedano l’intervento umano;
  • la responsività e, cioè, la capacità di adattarsi al mobile;
  • la presenza di funzioni di analytics che raccolgano e analizzino dati utili per monitorare le performance aziendali;
  • la possibilità di organizzare gli ultimi in reportistica
  • e quella di pubblicarla o condividerla con dirigenti, manager, team dedicati, stakeholder
  • o di archiviarla in maniera sicura, eventualmente anche in cloud.

Il migliore gestionale ERP è, in altre parole, quello che consente ai responsabili aziendali di avere un quadro completo di tutti i processi in atto e dei loro esiti e capace di trasformarsi, per questo, in un perfetto alleato per l’innovazione e la crescita della azienda.