Quante carte di credito bisogna avere?

0
18

Con così tante carte che offrono premi allettanti e bonus di iscrizione, potreste essere tentati di richiedere una o due o più carte. Ma se avete già qualche carta di credito, potreste temere di esagerare. Non c’è davvero un numero giusto di carte di credito che tutti dovrebbero avere. Più carte di credito potrebbero effettivamente aumentare il vostro punteggio di credito, che è importante per ottenere prestiti, risparmiare sui tassi di assicurazione e persino trovare un lavoro. D’altra parte, però, non avere un numero sufficiente di carte di credito può farti perdere tempo in processi di transazione e di finanza. Ecco cosa dovete sapere in merito. 

 

Il numero totale di carte di credito di cui disponete non influisce sul punteggio di credito 

Quando gli uffici di credito calcolano il vostro punteggio di credito, il numero di carte di credito che avete è in realtà solo una piccola parte dell’equazioneLo storico dei pagamenti rappresenta il 35% del punteggio FICO, mentre il debito totale dovuto ammonta al 30% del tuo punteggio FICO finale. Il 15%, il 10% e il 10% del vostro punteggio FICO finale è costituito dalla lunghezza della vostra storia creditizia, da ogni nuovo credito che avete assunto e dal tipo di credito che avete utilizzato.

Nel calcolare il vostro punteggio FICO individuale, il numero di carte di credito di cui disponete influenzerà la categoria più piccola ponderata: il tipo di credito che utilizzate. Il numero e il tipo di conti di credito che avete, non solo le carte di credito, ma cose come i prestiti per l’auto, i mutui, i prestiti per studenti e i conti rotativi dei negozi, rappresentano il 10% del vostro punteggio. Potreste avere una o due carte o 22, ma ciò che è molto più importante è se si pagano le bollette in tempo e come viene utilizzato il credito.

 

Più carte di credito significano limiti di credito più elevati e (eventualmente) un migliore utilizzo del debito 

Il numero di carte di credito di cui disponete fa la differenza per uno dei fattori più importanti: il vostro debito totale dovuto, in percentuale del vostro limite di credito. Poiché ogni nuova carta di credito aumenta il vostro limite di credito totale, l’aggiunta di un’altra carta diminuisce il vostro rapporto debito/credito (purché non aggiungiate altri debiti). Ad esempio, se siete debitori di $500 su una carta di credito con un limite di $1.000 (utilizzo al 50%) e aprite una nuova carta di credito con un limite di $4.000, il vostro utilizzo complessivo sarà del 10% ($500 su $5.000). E questo è molto meglio agli occhi dei prestatori e delle agenzie di credito.

Naturalmente, potreste anche chiedere alla vostra società di carte di credito di aumentare il vostro limite a 5.000 dollari, invece di ottenere una nuova carta. Questo avrebbe lo stesso effetto di migliorare il punteggio senza quella percentuale minore che si ottiene per l’apertura di un nuovo conto, e in più si dovrà gestire solo una carta di credito. Generalmente, una nuova richiesta di credito riduce il punteggio di circa cinque punti per circa sei mesi.

 

Più carte e limiti di credito più elevati potrebbero indurre a spendere di più 

Se non si sta attenti, si potrebbe finire per spendere troppo (soprattutto se si è alla ricerca di ricompense e si cerca di soddisfare i requisiti minimi di spesa). E l’eccesso di spesa potrebbe catapultarvi in un ciclo di difficoltà nel pagare il vostro estratto conto mensile per intero; se i saldi iniziano a crescere, questo ridurrà sicuramente il vostro punteggio di credito.

Tuttavia, se siete responsabili delle vostre spese, pagate le bollette per intero ogni mese e mantenete i vostri saldi bassi, le carte aggiuntive non vi faranno male e potrebbero persino aiutare il vostro credito. Il numero giusto di carte da possedere per voi dipende dal modo in cui le gestite.